domenica 12 febbraio 2017

Terrina di verdure e cavolo nero



Ogni giorno ci impegnamo per portare sulle nostre tavole qualcosa di nuovo e appetitoso. Da questo nasce la nostra Terrina di verdure e cavolo nero
Cuore del "polpettone vegetale" è il cavolfiore, un ortaggio generalmente dal sapore molto neutro che ha bisogno di un accompagnamento per "accendersi": noi gli abbiamo messo un pizzico di curry e vi abbiamo nascosto delle verdure appena scottate, che restano croccanti al palato anche dopo la cottura al forno. 
Noi ne abbiamo scelto alcune, ma voi potete tranquillamente sostituirle: di base ci sono il cavolfiore, il cavolo nero, le uova e il formaggio. Poi per il ripieno potete regolarvi a piacere o a seconda di quello che avete in frigorifero. Certo, se studiate la ricetta prima avrete un risultato più colorato, quindi migliore a livello estetico. 


Questo coloratissimo "polpettone" è avvolto in foglie di cavolo nero. Abbiamo voluto fare una ricetta in cui fosse protagonista il cavolo nero o toscano perché un vegetale molto salutare e di stagione: in genere si usa per zuppe e minestre e resta sempre piuttosto croccante anche in seguito a cotture prolungate, come in questo caso. 
A proposito: questa ricetta non è difficile da realizzare, ma dato che ci sono molti ingredienti da preparare, richiede un bel po' di tempo e anche un briciolo di pazienza....


Ingredienti per 12 fette 
  • 1 carota (50 g circa)
  • 1 falda di peperone rosso (60 g)
  • 50 g di mais dolce in scatola
  • 50 g di piselli surgelati
  • 1 piccola cipolla o cipollotto (60 g circa)
  • 500 g di cavolo nero
  • 600 g di cavolfiore
  • 200 g di patate già lessate
  • 2 uova
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiaini di polvere di curry, cumino o spezie a vostro gradimento
  • sale, pepe, olio e.v.o.
Difficoltà: impegnativa - Tempo: 2 ore circa


Mettete una grossa pentola di acqua sul fuoco.
Pelate le patate.
Tagliate le carote a cubetti da 5 mm per lato e scottatele per 3 minuti nell'acqua bollente. Recuperatele con una schiumarola e mettetele da parte.

Fate la stessa cosa con la falda di peperone (dadini, poi scottate).
Pelate e tritate la cipolla e poi fatela rosolare in padella o nel microonde con due cucchiai di olio  (si veda qui). 
Nella stessa padella fate rosolare nell'olio i piselli ancora surgelati per 3/4 minuti. 
Scolate il mais e sciacquatelo.
Mondate il cavolfiore e scottatelo nell'acqua bollente per cinque minuti o finché i piccoli fusti diventano teneri. Metteteli da parte a raffreddare.


Pulite e sciacquate il cavolo nero e mettete anch'esso nell'acqua bollente per cinque minuti.
Poi estraetelo con delle pinze o una schiumarola e passatelo nell'acqua fredda, per fermare la cottura.


Mettete le foglie una per una su un canovaccio pulito e asciutto, per asciugarle bene. Quindi, con un paio di forbici o con un coltello, eliminate la parte più dura della foglia. 

Con le foglie di cavolo nero così preparate foderate uno stampo da plumcake. Fate in modo che le foglie fuoriescano dallo stampo: se non sono abbastanza lunghe usatene due o tre, accavallandole leggermente. La cosa più importante è che siano ben vicine, non lascino spazi vuoti.

A parte, passate nel passaverdure il cavolfiore e la patata. Mettete tutto in una larga ciotola e aggiuntete le spezie, il sale (q.b.), una spolverata di pepe, il parmigiano grattugiato e mescolate.
Infine aggiungete tutte le altre verdure e amalgamate con delicatezza.


Versate il ripieno nello stampo foderato di cavolo nero e poi risvoltate l'eccedenza delle foglie di cavolo per chiudere il "polpettone" di verdura. Se necessario, aggiungete delle foglie dove vi rimarranno dei punti scoperti. 



Coprite la terrina con un foglio di carta d'alluminio. Versate dell'acqua nella base della placca del forno e fate cuocere in forno a 180°C per un'ora. 


A cottura ultimata, attendete almeno mezz'ora prima di sformare la terrina. Servite tiepido, a fette.
Buon appetito!






12 commenti:

  1. una ricetta molto raffinata, complimenti !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara, è un onore avere i complimenti da te :)

      Elimina
  2. Complimenti davvero per questa ricetta fantastica, mi piace moltissimo e si presenta anche benissimo, me la segno. Buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! forse avremmo dovuto chiamarlo: il cavolfiore incavolato... eheheheh è un po' laboriosa, ma ne vale la pena. Un abbraccio.

      Elimina
  3. Bella questa terrina, che eleganza!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Che buona questa terrina vegetariana! Da provare

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Grazie, anche se avremmo potuto essere un po' più precise, ma quello è un lavoro da chef.... noi siamo cuoche e pure clandestine :) :) :)
      ciao, un abbraccio

      Elimina
  6. Ciao,io solitamente uso il cavolo cappuccio, mai provato col cavolo nero, grazie della dritta... buonissima ricetta vegetariana!
    Ora vi seguo, se vi va potete passare a dare un'occhiata al mio blog.
    Una buona giornata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, bentrovata! Certo che passiamo a trovarti.
      Il cavolo, di qualsiasi tipo, è un alimento sottovalutato. Bisognerebbe usarlo di più: cappuccio, viola, nero.... eccetera
      A presto, ciao, un abbraccio. Anna e Giovanna

      Elimina